091539
Oggi
Ieri
Totali
74
96
91539

13-07-2020

CRE 2019

BABYCRE 2019

NOTIZIARIO PARROCCHIALE

foglietto settimanale

ALBUM FOTO

club

Pellegrinaggio in Polonia

Sulle orme di San Giovanni Paolo II abbiamo visitato il Santuario di Czestokhova uno dei principali centri di pellegrinaggio dell’Europa dove pellegrini da ogni parte del mondo si incontrano guidati dalla fede e dalla devozione per la Madonna.

Il Santuario di Jasna Gora (Monte luminoso) è visitato ogni anno da oltre 4 milioni di cattolici.

santuario czestochowaQui vi si trova la Madonna Nera dipinta secondo la leggenda da San Luca e collocata a Czestochowa a partire dal 1382. Il Santuario è famoso come luogo di ex voto, oltre che simbolo della resistenza del popolo polacco all’oppressione comunista. Nel 1991 Giovanni Paolo II celebrò a Czestochowa la IV giornata mondiale della Gioventù e la città fu assediata pacificamente da oltre un milione e mezzo di pellegrina. Da allora il Santuario è famoso in tutto il mondo e l’icona della Madonna rappresenta il simbolo della libertà, oltreché la riunificazione dell’Oriente con l’Occidente.
3Nel nostro viaggio in Polonia non poteva purtroppo mancare una visita ad Auschwitz, campo di concentramento tristemente noto in tutto il mondo, in cui più di un milione di persone tra ebrei, dissidenti politici, zingari e polacchi stessi furono uccise.
Cosa dire di questo posto? Nessun libro di storia, nessuna lezione scolastica, nessun documentario storico, nessun racconto dei sopravvissuti, nessuna narrazione orale o scritta di chi ci si è già recato, può dare a mio parere l’idea del groviglio di emozioni da cui si viene investiti nel corso della visita al più grande campo di sterminio d’Europa.
La visita inizia proprio da Auschwitz, con l’ingresso dal tristemente noto cancello con la scritta “arbeit macht frei” (“il lavoro rende liberi”).
La scritta in ferro fu realizzata da un certo Jan Liwacz, prigioniero polacco non ebreo numero 1010, entrato ad Auschwitz il 20 giugno del 1940. Egli, di professione fabbro, venne incaricato di forgiare la macabra scritta. Nel costruire la scritta, Liwacz decise di saldare la lettera «B» della parola Arbeit sottosopra, per indicare almeno moralmente il suo dissenso.
È una cosa impossibile da descrivere, ma il girare questi posti lascia i brividi, ed un senso di tristezza davvero grande.
5Nel pomeriggio visita a Wadowice, città natale del Papa Giovanni Paolo II. Visita alla casa natale, alla Chiesa parrocchiale e successivamente al Santuario di Kalwaria Zebridoska, luogo particolarmente amato dal Beato Giovanni Paolo II.
Il giorno seguente dopo un’abbondante colazione dedichiamo la mattinata alla visita della città di Cracovia. Il centro7 storico è stato riconosciuto dall’Unesco come uno dei dodici preziosi complessi architettonici del mondo: Castello di Wawel (esterno), Cattedrale, Università Jagellonica, Piazza del Mercato, Chiesa di Santa Maria.
Nel pomeriggio visita al complesso delle miniere di sale di Wieliczka, qui ci siamo trovati di fronte ad uno spettacolo in cui natura e maestria dell'uomo/artigiano hanno creato e continuano a creare ambienti fantastici.
Ormai l’ultimo giorno del pellegrinaggio in Polonia sta per arrivare, ed ecco perciò la visita al nuovo Santuario di Giovanni Paolo II e al Santuario della Divina Misericordia, dove la celebrazione della Santa Messa conclude il nostro Pellegrinaggio.