091564
Oggi
Ieri
Totali
99
96
91564

13-07-2020

CRE 2019

BABYCRE 2019

NOTIZIARIO PARROCCHIALE

foglietto settimanale

ALBUM FOTO

club

Natale 2018

CON ENTUSIASMO A BETLEMME…MA ANCHE A OSSANESGA!!!

“Con entusiasmo verso Betlemme” è stato il tema del cammino di Avvento 2018. Abbiamo fatto una bellissima scoperta: la parola “entusiasmo” deriva dal greco antico “en” e “thèos” e significa “avere qualcosa di Dio dentro”. Secondo i greci, solo le persone entusiaste erano in grado di superare le sfide della vita quotidiana e raggiungere i propri obiettivi.

natale 2L’entusiasta è dunque colui che ha dentro di sé la forza di Dio che lo spinge ad agire con gioia e fermezza.

Domenica dopo domenica e ancora in questo tempo di Natale e nel nuovo anno, vogliamo essere uomini e donne di entusiasmo che testimoniano la presenza, nella fede, di Dio dentro noi e condividere, con chi ci sta vicino, questa scintilla di gioia che Dio ci procura, perché la gioia va condivisa, offerta e partecipata con tutti, ma in modo particolare con chi l’ha persa e con chi l’ha definitivamente esclusa dalla sua vita.
Auguri a tutta la comunità, perché per ognuno indistintamente, ogni giorno sia pieno di gioia: serenità e letizia nel cuore e sul volto, armonia e fiducia in ogni famiglia.

Betlemme era immersa nel buio, dimenticata e ignorata, ma Gesù nasce proprio in questo contesto di nullità e accende di una luce nuova quella povera gente e il mondo intero.

Da quel primo Natale, la gioia non può più essere allontanata e non può abdicare dal cuore di chi ama Dio, perché in Gesù trova la sua Piena ed Eterna Gioia.
Auguri a tutta la comunità perché da Betlemme la luce di Dio raggiunga anche Ossanesga e anche nel nostro paese trovi casa la gioia e l’armonia; siano queste virtù le condizioni quotidiane del nostro vivere, in modo particolare in parrocchia!
Ossanesga diventi gioiosa nell’Amore e non dimentichi che il comandamento dell’Amore è la fonte del cristianesimo, senza se e senza ma; amarsi è essere testimone della luce gioiosa del Vangelo.
Papa Francesco nella sua lettera “Gaudete ed exultate” ai numeri 71-74 propone questa bella scrittura:
“Questo mondo sin dall’inizio è un luogo di inimicizia, dove si litiga ovunque, dove da tutte le parti c’è odio, dove continuamente classifichiamo gli altri per le loro idee, le loro abitudini, e perfino per il loro modo di parlare e di vestire. Insomma, è il regno dell’orgoglio e della vanità, dove ognuno crede di avere il diritto di innalzarsi al di sopra degli altri.

Tuttavia, nonostante sembri impossibile, Gesù propone un altro stile: la mitezza. … Egli disse: «Imparate da me che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita» (Mt 11,29). …Per santa Teresa di Lisieux «la carità perfetta consiste nel sopportare i difetti altrui, non stupirsi assolutamente delle loro debolezze». Paolo menziona la mitezza come un frutto dello Spirito Santo (cfr Gal 5,23). …

Anche quando si difende la propria fede e le proprie convinzioni, bisogna farlo con mitezza (cfr 1 Pt 3,16), e persino gli avversari devono essere trattati con mitezza (cfr 2 Tm 2,25). Nella Chiesa tante volte abbiamo sbagliato per non aver accolto questo appello della Parola divina.”
Il Santo Natale ci porti abbondante felice mitezza e il nuovo anno sia caratterizzato da evidenti segnali di benevolenza, mansuetudine e pacatezza rispetto ad aggressività, prepotenza e inimicizia.

Con rammarico, purtroppo, anche in Parrocchia e in Oratorio prevalgono segnali di buio, piuttosto che segnali di luce. Tante volte, pur lavorando insieme e addirittura pregando e celebrando insieme, si mostra più testardaggine personale che comunione d’intenti, puntigliosità che condivisione, muri che porte aperte, graffianti artigli che mani unite.
Diventiamo in parrocchia uomini e donne di “entusiasmo” perché come è vero che il cuore muove tutto il corpo, altresì Dio muovendo e guidando la nostra vita desidera da noi opere buone ed evangeliche e non opere “diaboliche” e malvagie.
Dio, inoltre, benedica e accompagni le nostre opere e ci illumini a scoprire le “belle persone” che accanto a noi sono luce e speranza. Ce ne sono e non pochi ci edificano e ci lasciano esempi concreti di benevolenza e gratuità!
Affidiamo a Gesù Bambino questi intenti e mettiamo nelle sue mani il nuovo anno. Ci sono aspettative, progetti e tappe personali, ma anche la nostra Parrocchia continua il suo programma/tema pastorale: “Appassionati all’Oratorio”.

Da gennaio a maggio 2019 si informeranno e coinvolgeranno i singoli come pure le famiglie, i volontari come pure i gruppi per stabilire l’identikit programmatico e operativo del nostro Oratorio. E’ un lavoro serio e appassionato che stiamo portando avanti da mesi e che nel 2019 avrà il suo traguardo al fine di rendere sempre più significante, motivante e partecipante l’Oratorio di Ossanesga!
Ci aiuti Dio e aiutiamoci reciprocamente ad essere entusiasti e appassionati!!!


Don Carlo