13 Giugno 2024
OratorioRicordi

Saluto ad un amico

Sono poche parole quasi scontate, ma nessuno di noi avrebbe mai immaginato che questo giorno sarebbe arrivato così all’improvviso e che saremmo stati qui a ricordare insieme la bella persona che eri, il tuo coraggio, la tua determinazione, il tuo entusiasmo, la tua forza, la tua grinta, la tua allegria, la tua generosità e il tuo altruismo.
Nessuno avrebbe mai pensato insomma che saresti diventato un angelo così presto, noi ora potremo guardarti solo in foto, non potremo più salutarti e tutto quello che resta di te è racchiuso nei nostri ricordi.
Ma loro, i ricordi, sono l’arma più potente di tutte: nessuno è in grado di cancellarli e quelli più forti sopravvivono persino al tempo che fugge. I ricordi sono il ponte tra questa vita e l’eternità che ci aspetta tutti.
Questi ricordi sono il nostro bene più prezioso e anche se un giorno ci verrà voglia di ridere e scherzare con te, e non potremo farlo ci tufferemo proprio in questi ricordi, il ricordo dei Pali delle Contrade, delle pizzate in Oratorio e dei momenti trascorsi insieme, ebbene si, tutto questo lo rivivremo assieme e allora sarà compiuto un piccolo grande miracolo.
Giovanni, noi oggi siamo tristi, sentiamo il vuoto che hai lasciato, sicuramente passeremo giorni non felici, è inutile far finta di niente, ma poi ci guarderemo indietro, penseremo al tuo sorriso e insieme o in solitudine ci ricorderemo dei tuoi gesti, delle tue battute e delle tue risate.
Vogliamo dire grazie.
Grazie a Dio di averci donato Giovanni, e grazie a Giovanni per quel che è stato e ha fatto per la Comunità Parrocchiale.
Quando la vita di un amico si spegne, anche un pezzo di noi si spegne. Avvertiamo come un vuoto dentro che non riusciamo a colmare.
Ma la fede ci salva. Solo la fede ci fa capire che l’amico non si è spento ma è solo passato alla vita vera, quella eterna, dove solamente la luce di Dio è la vera pace.
Quante volte durante gli ultimi momenti di vita dei nostri cari li abbiamo visti tendere le braccia verso il cielo, come a volere andare verso qualcuno, ebbene si, penso che questo sia un raggiungere i nostri parenti o altre persone care che ci stanno aspettando nella vita eterna.
Caro Giovanni, ti salutiamo con la certezza che ci rivedremo e che l’amico non scomparirà mai dai nostri cuori.
Ciao Giovanni

Mauro

Print Friendly, PDF & Email