Buon viaggio mamma

Martedì 19 ottobre al Pronto Soccorso di Piario tra le 14.30 e le 14.50 ha chiuso la sua vita terrena mia mamma Lina.

Colgo l’occasione di ringraziare, attraverso il giornalino Arcobaleno, tutti i parrocchiani che in diversi modi mi sono stati vicini dimostrandomi affetto e amabilità. Il Signore dia a tutti consolazioni e benedizioni.
Nel giorno del funerale ho brevemente tratteggiato la vita di mia mamma e per quanto mi riguarda il suo ricordo è indelebile.
Per conservarne un ricordo, tra i tanti, mi piace ricordarla con le sue stesse parole; nelle settimane scorse, infatti, mettendo un po’ d’ordine nei ricordi lasciati, ho ritrovato una sua lettera. Una lettera che mi scrisse qualche giorno prima della mia ordinazione diaconale (07 dicembre 1987) e che racconta il suo stato d’animo e le sue emozioni.
In questo scritto c’è tanto di mia mamma e più di ogni altra mia parola riassume la sua identità e la sua storia.
Ringrazio Dio per avuto una mamma così buona e i suoi esempi saranno per sempre scritti nel mio cuore.

Gandino, 3 dicembre 1987
“Caro Carlo…è il cuore della mamma che ti parla e puoi immaginare quanto ho atteso questo giorno. E’ arrivato, lo sai, dopo tante traversie, però, in silenzio e la preghiera, ho sopportato tutto, anche esplodendo qualche volta ma sappiamo che è una cosa umana.
Aspetto lunedì con gioia e anche con trepidazione: mi sembrava un sogno ed adesso è diventato realtà nel vedere mio figlio che sale all’altare per consacrarsi a Dio.
In questi giorni sei preso dalla preparazione per la festa e certamente tanta gente ti festeggia, ma più avanti, quando ti daranno la destinazione non sarà sempre festa; ti troverai ad affrontare molte difficoltà, magari anche la solitudine, dovrai obbedire, a qualcuno andrai bene ad altri no, ma se sarai capace di farti voler bene, interessarsi ai loro problemi e di essere umile accettando tutto in silenzio, non dimenticarti che queste sono le cose più importanti per un prete.
Sono certa che grazie alla preghiera a Gesù, Lui non ti dimenticherà mai e ti darà la forza per superare tutte le difficoltà.
Carlo cerca di essere un vero prete e la mamma ti sarà sempre vicina con le preghiere, come ha fatto in tutto il tuo cammino per giungere all’altare”.
Con affetto e amore.
mamma
Buon viaggio mamma…

don Carlo

 

Print Friendly, PDF & Email